Un guscio di cioccolato per Pasqua..

Ciao amici!

Sono stati due giorni intensissimi di lavoro con il cioccolato.

In vista di Pasqua non potevo non mostrarvi delle idee per confezionare le uova per i vostri cari! Ho notato che le mie sono molto contese, invece del solito uovo di Pasqua industriale, potrete sbizzarrirvi utilizzando materie prime di alto livello, tutta la vostra creatività e spenderete molto, molto meno ottenendo grandissime soddisfazioni!

E’ necessaria tanta pazienza e voglia di sporcarsi, potrebbe essere il gioco ideale per i più piccoli che per un pomeriggio si trasformeranno in artisti e Maitre Chocolatier.

Gli ingredienti per l’uovo di Pasqua sono :

Tempo,

Pazienza,

Fantasia

e dulcis infundo …

Il cioccolato!

Scieglietene la marca che più preferite, ma non lesinate, più sarà scadente la materia prima più sarà difficile temperare il cioccolato e ottenere un prodotto solido, che non si buchi e che non cristallizzi.

Io ho acquistato :

500 gr di cioccolato fondente oltre il 52%,

400 gr di cioccolato bianco finissimo,

200 gr di cioccolato al latte.

Non mescoleremo i tipi di cioccolato perchè a seconda del nostro estro creativo potremmo stratificarli.

Oltre al cioccolato è bene munirci degli appositi stampi, li possiamo trovare nei negozi di fornitura alberghiera o anche online.

Io ne ho di diverse misure, per uova da 350gr, 500gr e 750gr.

image1 (21)

Fondiamo a bagnomaria il cioccolato, questo eviterà il crearsi di una camera di vapore che inficerebbe la preparazione.

Se abbiamo un piano di marmo, possiamo temperare il cioccolato più agevolmente.

Temperare significa lavorare e stendere con l’ausilio di una spatola in silicone semi rigida la nostra massa liquida, tutto senza incorporare aria dando lucentezza e brillantezza al cioccolato.

L’ideale sarebbe avere un termometro digitale o a sonda da utilizzare per controllare le temperature.

Il cioccolato prima di essere lavorato sul marmo o in assenza in una teglia deve avere raggiunto i 40°/47°, dopo averlo lavorato i 25° per poi riversarlo nella bastardella e procedere con il bagnomaria riportandolo a 34°.

Una volta superato questo primo ostacolo possiamo versare il cioccolato temperato negli stampi rigidi…

image4 (2)

Attraverso un movimento rotatorio copriamo di cioccolato tutte le estremità, coliamo l’eccesso di liquido e capovolgiamo gli stampi, lasciamo indurire per 10 minuti; Dopo di che versiamo altro cioccolato fuso, così da ottenere uno spessore maggiore.

image2 (12)

image1 (19)

Inseriamo in freezer per un paio d’ore prima di sformarlo.

In questa fase ci tornerà molto utile l’aver temperato il cioccolato. Considerando che la temperatura di casa mia è di 19° e quella del freezer -18 se non temperassi il cioccolato, si bucherebbe, per via dello shock termico oltre che a causa dei grassi del cioccolato che non saranno ben distribuiti.

Trascorse le due ore in freezer, capovolgendo lo stampo noteremo che le metà d’uovo completamente solidificate sembreranno staccate dallo stampo e con un colpetto ecco che fuoriusciranno.

image1 (20)

image2 (13)

Per unire le due metà si possiamo spennellare i bordi con del cioccolato semi liquido, e con un gesto deciso procedere al fissaggio delle due metà.

Possiamo inoltre guarnire l’uovo a piacere, io ho scelto di utilizzare la pasta di zucchero, di cui più avanti posterò la ricetta.

con il matterello ho steso due piccole porzioni di PDZ rosa e turchese, ottenendone due sfoglie sottili.

Con lo stampo a forma di fiore ho intagliato la sfoglia.

Succesisvamente ho intinto nel cioccolato fuso la parte inferiore  del fiore per posizionarlo sull’uovo.

Con la pasta di zucchero rossa ho invece coppato dei piccoli cerchi, ho arrotolato i dischi ottenendo delle piccole roselline e le ho fissate sulla superficie dell’uovo.

Ho naturalmente intinto le estremità sottostanti di ciascuna rosa nel cioccolato fuso.

Con i colori alimentari : blu, giallo e della polvere di curcuma ho dipinto i fiori e le rose.

Con un pennello piatto ho pennellato l’uovo di cioccolato, coprendone le imperfezioni, simulando così la corteccia di un albero.

image2 (16)

Sappiate che queste uova si rompono con il famoso colpo secco!!!!

Annunci