‘LA’ zuppa di pesce!!

Ciao amici,

Nel fine settimana abbiamo più tempo e/o più ospiti, le giornate sono più lunghe…

LA zuppa di pesce è un piatto che si gode sia a pranzo che a cena, quindi siete ancora in tempo!!!

Un paio di candele o due fiaccole, la tavola apparecchiata all’aperto, un buon bicchiere di vino e si aprano le danze!!

In pescheria, quella di fiducia, ho acquistato principalmente italiano!

La ricetta prevede dosi per 4 persone :

8 mazzancolle intere,

4 canocchie,

2 triglie,

2 gallinelle di scoglio,

1 scorfano,

1 kg di cozze,

600 gr di vongole

1 seppia , con sacca di nero.

Due latte di polpa di pomodoro,

un tubetto di triplo concentrato di pomodoro,

vino bianco per sfumare,

peperoncino, aglio e prezzemolo.

image1 (27)

La preparazione segue un procedimento specifico, i muscoli, i pesci e i crostacei non devono essere cotti nello stesso momento, altrimenti sarà una poltiglia di mare.

Buttiamo in casseruola le vongole, accendiamo la fiamma e man mano che si apriranno dovremo estrarle. Una volta estratte tutte, mettiamo da parte l’acqua ricavata.

Nella stessa casseruola inseriamo anche le cozze, estraiamo ciascun muscolo non appena si aprirà il guscio. Mettiamo da parte l’acqua.

Togliere ciascun  frutto di mare man mano che si aprono i gusci gli permette di non stracuocere e diventare gommoso.

image1 (28)

Nel frattempo taglieremo a listarelle la seppia, precedentemente pulita, terremo da parte la sacca di nero e il cervello.

image1 (31)

Eliminiamo solo il carapace delle mazzancolle e asportiamo gli intestini.

image1 (32)

In una cassurola, versiamo un filo d’olio, lo spicchio d’aglio schiacciato e del peperoncino, facciamo soffriggere e inseriamo la seppia che avrà bisogno di maggior tempo di cottura.

image4 (4)

Rosoliamo e sfumiamo con vino bianco.

image3 (13)

Una volta evaporato l’alcole, inseriamo il pomodoro, il concentrato, il nero e il cervello della seppia, lasciando cuocere 15 minuti.

Nel frattempo coleremo almeno due volte l’acqua ottenuta da cozze e vongole.

Eviteremo la sabbiolina sotto i denti; Rovinerebbe tutto il piatto.

image2 (21)

Dopo di che verseremo nel sugo, avrà la stessa funzione del brodo in altre preparazioni. Questo passaggio oltre che conferire il fantastico gusto di mare ci eviterà di utilizzare sale aggiunto!

Trascorsi i 15 minuti inseriamo i pesci a partire dallo scorfano, lasciamo cuocere altri 10 minuti.

image2 (22)

image1 (29)

In ultimo inseriamo mazzancolle e canocchie, un paio di minuti di pazienza e potremo aggiungere le cozze e le vongole, di cui ho tenuto i gusci più belli.

image2 (23)

image3 (14)

Una spolverata di prezzemolo … et voilà les jeux sont fait!

In accompagno ho scelto una polenta bianca, ottima per raccogliere tutto il sughetto della zuppa, in alternativa sono ottimi i crostoni di pane casereccio pucciati!!

image2 (24)

image1 (30)

E’ un piatto che non porta via più di 40 minuti, se benfatto!

Dieta?? Mai sentita questa parola..

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...